Si tratta della causa più comune di mortalità in età pediatrica nei paesi occidentali, più frequente delle stesse leucemie secondo recenti stime. Il reparto di Neurochirurgia Infantile vanta una delle maggiori esperienze nel settore pediatrico(oltre 1000 interventi negli ultimi 20 anni). L'attività di ricerca nel settore è particolarmente varia, interessando la biologia molecolare del medulloblastoma e dell'ependimoma, il rischio di recidive e/o tumori radioindotti, gli esiti tardivi dei tumori epilettogeni, la prognosi dei tumori della regione pineale. Ampio spazio è stato dedicato, negli ultimi anni, allo sviluppo di cure alternative ad una delle neoplasie cerebrali più difficile da affrontare, dato l'alto rischio di disturbi endocrinologici e visivi, il craniofaringioma. A tal fine è in atto un protocollo terapeutico sul trattamento del craniofaringioma cistico con Interferon-alfa (assieme a soli altri due Centri al mondo) e sono state avviate ricerche in esclusiva sulla biochimica di questo tumore con l'intento di identificare ulteriori strategie terapeutiche non chirurgiche; per affrontare queste gravi forme patologiche la Struttura si avvale della collaborazione di diverse associazioni di genitori come:

www.perunsorriso.net

Testimonianze

Sostienici

Social Network