l settore delle craniostenosi è molto esteso prevedendo il trattamento delle forme semplici (plagiocefalia anteriore e posteriore, trigonocefalia), di quelle complesse (brachicefalia, turricefalia, ossicefalia) e di quelle sindromiche (sindrome di Crouzon, sindrome di Pfeiffer, sindrome di Apert, sindrome di Jackson-Weiss ecc.). Per questo ultimo tipo ci si avvale anche della collaborazione dei colleghi della chirurgia maxillo-facciale (Prof. Pelo). Sono state introdotte dal nostro gruppo nuove tecniche meno invasive per la correzione della trigonocefalia e soprattutto della scafocefalia (craniostenosi sagittale), così come nuovi protocolli che minimizzano il rischio delle perdite ematiche intra-operatorie. L'attività di ricerca è attualmente indirizzata alla valutazione dello sviluppo cognitivo dei bambini e ragazzi operati per craniostenosi, alla comprensione delle alterazioni molecolari delle suture e delle ossa cranicheresponsabili della chiusura precoce delle suture craniche.  Un'apposita Associazione si prefigge il compito di favorire l'informazione sul territorio. 

http://www.craniostenosi-ilcigno.it

Testimonianze

Sostienici

Social Network